Fare personal Branding a mio modo di vedere vuol dire farsi un nome nel digitale.

 Il 90% delle persone non comprendono che è più importante dire cosa sei piuttosto di quello che fai. Personal Branding è un modello disintermediato che lavora per noi, mentre noi lavoriamo per i nostri clienti, siamo con i nostri cari, la nostra famiglia e ci occupiamo di noi stessi, sarà quindi, un modello che si auto alimenta e soprattutto va fatto una sola volta per tutta la vita.

Prova a rispondere a questo questionario che ci sarà molto utile per costruire il tuo piano editoriale e per creare i contenuti di personal branding ricordati che una cosa è dire ciò che sei e una cosa è dire ciò che fai e soprattutto impara da questa matrice qual è il modo migliore per comunicare.

Ricordati che nel momento in cui comunichi dovresti sempre essere nel primo angolo a sinistra perché nel momento in cui comunichi sei classificato.

  • Qual è il tuo pubblico ?

Chi sono le persone più importanti che devi influenzare per raggiungere i tuoi obiettivi? Chi influenza queste persone? Quali luoghi, eventi o community frequentano queste persone? CATEGORIE: – Clienti, loro clienti (se applicabile) – Datori di lavoro, loro clienti (se applicabile) – Professori, mentori – Manager, colleghi, collaboratori – Selezionatori, cacciatori di teste – I tuoi contatti personali – Influencer (giornalisti, blogger, opinion maker, etc.) – Utenti, follower, fan – Community, forum, centri di influenza, associazioni, istituzioni – Opinione pubblica Etc

  • Qual è la tua professione?

(titolo professionale, job title, ruolo, etc.) – Eventuali mansioni, servizi, compiti, etc. – Approccio (specializzato in, dedicato a, multidisciplinare, anticonvenzionale, innovativo, focalizzato su, ispirato da, etc.) – Modalità di relazione (in presenza, online, da remoto, assistenza personale, etc.) – Processo di vendita/acquisto, fascia di prezzo, modalità di pagamento – Contratto di lavoro (stage, interinale, autonomo, subordinato, a ore, etc.)

  • Quali sono le tue competenze?

(Cosa sai fare) Quali doti naturali, conoscenze e capacità puoi vantare? ELENCA: – Abilità, talenti (le cose che fai bene naturalmente) – Competenze tecniche specifiche per realizzare la tua Offerta – Altre competenze (emotive, organizzative, interpersonali, etc.) – Conoscenze, nozioni, know-how specifici per realizzare la tua Offerta.

  • Qual è la tua promessa?

Cosa prometti al tuo Pubblico? Che idea del tuo valore dovrebbero farsi? Quali problemi dovrebbero pensare di poter risolvere? Quali desideri soddisfare? Che emozioni proveranno avendo a che fare con te? Che tipo di persone li ispirerai ad essere? BENEFICI: – Funzionali (i problemi risolti, i rischi diminuiti, i costi ridotti) – Emozionali (più sicuri, rilassati, liberi, competenti, eccitati, rassicurati, compresi, etc.) – Esperienziali (le esperienze d’uso ottimizzate, la miglior comodità o usabilità e prestazioni migliorate) – Culturali (le idee che apprenderanno o cambieranno) – Sociali (più amati, riconosciuti, rispettati, connessi ad altri, accettati, importanti, ammirati, parte di un gruppo di pari, etc.) – Aspirazionali (il tipo di immagine, status e/o valori che crederanno di avere o potranno esprimere) – Auto-espressione (il tipo di immagine o status che potranno comunicare)

  • Perché proprio tu?

Quale singolo aspetto distintivo enfatizzi per farti considerare dal tuo Pubblico? Scegli l’aspetto più credibile, rilevante e importante tra: – Valori (le idee speciali ed ispiratrici in cui credi e che influenzano tutto ciò che fai) – Risorse (le cose speciali, le tecnologie o gli asset che ti avvantaggiano) – Offerta (il tuo approccio e/o le peculiarità distintive di quello che offri) – Competenze (le cose che sai fare particolarmente bene) – Target (settori, persone o organizzazioni su cui ti focalizzi)

  • Quali sono i risultati?

Quali risultati ottieni facendo Personal Branding? Indica se e quanto il tuo personal brand ti aiuta ad essere: 1. Conosciuto: sei ricordato dal tuo Pubblico, sa chi sei e/o ti riconosce 2. Compreso: chi sa di te ha chiaro cosa fai e cosa offri 3. Valorizzato: chi sa cosa fai ha chiaro perché sei utile, comprende il tuo valore 4. Considerato: chi sa di te percepisce il tuo Posizionamento e ti considera come una delle possibili opzioni 5. Scelto: chi ti ha considerato si sente in sintonia con te e ti sceglie rispetto ad altri 6. Confermato: chi ti ha scelto ti rimane fedele (fidelizzazione) 7. Consigliato: ti raccomandano ad altri e parlano bene di te (es. passaparola online)

  • Perché vuoi fare Personal Branding?

Cosa vuoi ottenere